Press "Enter" to skip to content

Sul limite dell’ombra

di Eletta Massimino e Salvo Cuscunà

La relazione tra gli elementi naturali che l’Etna ci offre è intima. Le forme che assume la diversa materia che vive del suo corpo e sul suo corpo, palesano questo legame. 

Sono “corpi” che ci appaiono dissolversi l’uno nell’altro o trasformarsi dall’una all’altra materia, in continui rimandi e metamorfosi impensabili. Sono forme misteriose in cui percepiamo il nostro immaginario o riconosciamo simboli antichi, atavici, che si ripetono in movenze di  animali, nei contorcimenti dei tronchi, persino nei giochi d’ombra.

Allora, quando cogliamo questo, l’Etna parla, ricorda, segnala!

Non è solo uno stupore estetico quello che accade ma è un suo divenire domanda. 

A noi rispondere, se vogliamo, guardando quello specchio che l’Etna con le sue forme pone innanzi ai nostri occhi.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap